Macchie solari e Laser CO2

Inserito in Dermatologia

macchie-solari-sul-visoL’esposizione al sole può portare oltre ad una gradevole abbronzatura anche la comparsa di fastidiose macchie sulla pelle. Ciò può accadere per diversi fattori, tuttavia è indispensabile ricordare che se non si usano fattori di protezione totale, su tutto il corpo, e per tutta la durata dell’esposizione al sole, la comparsa di macchie sulla pelle può verificarsi con facilità. La discromia può comunque scomparire naturalmente, una volta persa l’abbronzatura: ma se così non fosse, è necessario farsi visitare da uno specialista per stabilire la natura delle macchie e trovare la tecnica migliore per eliminarle.

 

Uno degli strumenti più adeguati ed efficaci per eliminare o attutire sensibilmente la discromia provocata dalle macchie solari è il Laser CO2, una metodica non invasiva che può essere eseguita in ambulatorio. Gli inestetismi possono in questo modo essere corretti in una o due sedute, in funzione della tipologia di pelle e della gravità del problema.

Dopo il trattamento, un arrossamento della pelle sarà fisiologico ed inevitabile: per questo motivo l’esposizione al sole dovrebbe essere evitata almeno nei 30 giorni successivi al trattamento trascorsi i quali l’esposizione dovrà essere affrontata con una crema a protezione totale, applicata frequentemente.

Una crema protettiva con fattore 50+ rimane comunque uno strumento di difesa molto importante contro la comparsa delle macchie solari: ricordate che un’abbronzatura rimane invidiabile soltanto se è ottenuta con precauzione e buonsenso, poiché essa non deve mai provocare dei danni alla pelle.