I NEI E IL MELANOMA: CONSIGLI UTILI PER LA PREVENZIONE

Inserito in Dermatologia

I NEI E IL MELANOMA: CONSIGLI UTILI PER LA PREVENZIONE

Prof. Andrea Corbo - Dott.ssa Laura Magrini
Specialisti in Dermatologia e Venereologia

nevoI “nei” (che noi medici nel nostro linguaggio chiamiamo “nevi”) sono in realta’ delle lesioni della pelle che si formano per effetto della presenza di cellule che contengono la melanina (cd.melanociti), un pigmento marrone che spiega perche’ spesso i nei sono di colore scuro e in alcuni casi antiestetici, come per esempio quando si trovano sul viso.

Quasi tutte le persone hanno dei nei sin dalla nascita (cd. congeniti) oppure si accorgono della loro comparsa in un secondo momento (cd. acquisiti). Entrambe le tipologie possono
comunque degenerare nel tempo e richiedono un accurato controllo periodico. In ogni caso, esistono nei di diverso tipo a seconda della forma e del colore.

Le “lentiggini”, ad esempio, sono piccole macchiette di solito presenti sul viso delle persone piu’ chiare di carnagione, generalmente innocue e anche carine alla vista!

Decisamente piu’ brutti alla vista sono invece i cd. “nei di Unna”, lesioni spesse e di consistenza molle che somigliano a peduncoli, o peggio ancora i “nei di Miescher” notoriamente pelosi e ricordati dal viso della Befana. Scherzi a parte, nel corso della vita e’ molto importante affidarsi a un dermatologo per controllare periodicamente la pelle e i nei perchè col tempo alcune lesioni possono degenerare e trasformarsi in lesioni maligne: quelle che noi medici definiamo “melanomi”.

Il melanoma è il più comune cancro della pelle e può derivare da un cambiamento di un neo già presente oppure comparire all’improvviso in qualunque parte del corpo, anche le più
intime. Il rischio di melanoma è generalmente più alto in pazienti che hanno in famiglia già riscontrato casi di melanoma e in pazienti con pelle chiara e un numero elevato di nei.

Tutto questo però non deve spaventare il lettore, perchè in realtà la prevenzione del melanoma è quanto mai semplice e la sua cura è quasi sempre radicale se è diagnosticato in tempo.

La visita di prevenzione e’ un semplice “controllo dei nei” (che noi medicichiamiamo “epiluminescenza”). Si tratta di una analisi specifica di ogni forma di neo visibile sulla pelle, effettuata con uno strumento chiamato dermatoscopio.

Questa apparecchiatura, assolutamente non dolorosa e senza alcun rischio, consente di osservare il neo più in profondità, valutare il colore della lesione e la distribuzione del pigmento
nei vari strati cutanei. Grazie a questi parametri il medico consiglierà l’asportazione del neo o il controllo a breve, in base alle valutazioni effettuate dal dermatologo. Si consiglia comunque di effettuare il controllo almeno una volta all’ anno.

Anche i meno esperti, comunque, possono seguire alcune semplici regole per osservare un neo e di conseguenza rivolgersi prontamente a un dermatologo. Si tratta della cosiddetta “regola dell’ ABCDE”:

Asimmetria
Bordi
Colore
Dimensioni
Evoluzione

Se il neo e’ asimmetrico, presenta bordi irregolari, un colore disomogeneo, o dimensioni oltre i 6 mm, oppure sta cambiando la sua morfologia è assolutamente necessario farlo controllare

Insomma, i nei possono essere antiestetici per alcuni oppure eleganti particolari di bellezza per altri...ma per tutti devono essere periodicamente controllati!

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.