“remise en forme” last minute

Inserito in Le attività

prova costumeMancano solo poche settimane per le vacanze, ma non è troppo tardi per correre ai ripari e organizzare una “remise en forme” last minute. A patto di fare le scelte giuste in grado di dare risultati visibili anche in poco tempo. Tutto inizia sempre con il colloquio medico che serve ad inquadrare il tipo di problema e di inestetismo da correggere e la soluzione più indicata. Qui vi proponiamo un programma ideale di tre settimane in grado di prepararvi al meglio alla prova costume. Include alcuni dei trattamenti ritenuti più efficaci tra i quali il medico sceglierà quelli più adatti alle singole esigenze.

 • Fangoterapia: si effettua mediante l’applicazione di fanghi, formati da una parte solida argillosa e da una parte liquida, e vengono utilizzati sotto forma di impacchi. La fangoterapia dà ottimi risultati nei trattamenti localizzati per la cura dei tessuti colpiti da cellulite. Inoltre, grazie all’azione remineralizzante e depurativa, ha un effetto antietà e migliora, in generale, la bellezza della pelle. Per ottenere risultati più rapidi e duraturi si consiglia di abbinare alla fangoterapia un bagno di vapore in cabina ayurvedica che ha un effetto detossinante e drenante.

Linfodrenaggio: si effettua con manovre di trazione e pompaggio che stimolano il sistema linfatico superficiale per prevenire o ridurre il ristagno di liquidi nei tessuti. Aumenta l’eliminazione delle tossine, esercita un effetto antistress attivando il sistema nervoso vegetativo ed accelera il metabolismo basale.

Radiofrequenza: ha un effetto ossigenante causato dall’aumento del metabolismo cellulare con conseguente miglioramento dell’efficienza del microcircolo, effetto snellente e drenante.

Endermologie: grazie ad una leggera aspirazione della cute associata al rotolamento e srotolamento della plica lavora il tessuto rendendolo più liscio. È una tecnica particolarmente indicata per rimodellare il corpo e ridonare compattezza ai tessuti. Quattro gli obiettivi del trattamento: eliminare il grasso, rassodare la pelle, levigare la cellulite o rimodellare le forme.

Cavitazione: è consigliata nei casi di adiposità localizzate (addome, fianchi, glutei, braccia, ginocchia, caviglie) ed è una valida alternativa non invasiva alla liposuzione. Si basa sull’uso degli ultrasuoni a bassa frequenza che vengono applicati sul corpo attraverso un manipolo. L’effetto di cavitazione provoca la formazione di microbolle di vuoto all’interno degli adipociti, che implodendo distruggono la membrana cellulare, favorendo la fuoriuscita degli acidi grassi.

Per massimizzare i risultati, visto il poco tempo a disposizione, è indispensabile associare una dieta ipocalorica. A questo link (http://www.lamedicalspa.it/il-centro-medico/dietologia/check-up-medico-nutrizionale.html) potete trovare qualche utile suggerimento da seguire senza dimenticare di bere almeno due litri d’acqua al giorno per favorire il drenaggio.