Scopri come prendere solo il meglio del sole

Inserito in Le attività

abbronzatura-e-protezione-solare

Idratare a fondo per preparare la pelle al “bagno di sole” di agosto e limitare i danni dei raggi ultravioletti. Questo l’obiettivo dei trattamenti-viso da fare proprio in questi giorni in modo da far “bere” il più possibile l’epidermide e non lasciarla del tutto a secco per agosto quando i tempi di esposizione al sole aumentano perchè si va in vacanza.

La biostimolazione con acido ialuronico idrata la pelle in profondità, migliora l’elasticità ed il turgore del tessuto cutaneo, aumenta visibilmente la tonicità e contrasta l’azione dei radicali liberi.

 

Si ottiene il duplice effetto di attenuare le rughe e attenuare gli effetti del sole donando alla pelle tonicità e idratazione. Per “riparare” i danni che il sole andrà a fare e preparare al meglio la pelle all’abbronzatura, bastano 2-3 sedute di biostimolazione a distanza di 15 giorni fermo restando che il medico personalizzerà il tipo di intervento in base all’età e al tipo di pelle della paziente.

Dopo l’estate sarà altrettanto fondamentale sottoporsi a trattamenti di reidratazione profonda che restituiscono alla pelle l’acqua di cui ha bisogno per mantenersi elastica.

Per una pelle dorata, senza macchie e uniformemente abbronzata, può essere utile anche l’uso di alcuni integratori per bocca. Quelli più indicati per la protezione dai raggi solari sono il betacarotene, il licopene e le vitamine A ed E.

Sono tutti foto protettivi e antiossidanti e possono rinforzare la pelle agendo dall’interno dell’organismo. In particolare, il licopene è un antiossidante famoso per prevenire la formazione dei radicali liberi, mentre il betacarotene stimola la produzione di melanina mantenendo giovane la pelle.

Le vitamine A ed E, invece, mantengono la pelle elastica e combattono i radicali liberi, principali responsabili dell'invecchiamento della pelle. Molto preziosa anche la vitamina PP che previene le scottature e aiuta a rigenerare i tessuti.

Con l’invecchiamento la quantità di questo acido diminuisce e di conseguenza la pelle tende a disidratarsi, diventare più sottilesole2e a perdere la capacità di ripristinarsi, assumendo un aspetto meno giovane» spiega il professor Corbo.

Con la biostimolazione, dunque, si ottiene il duplice effetto di attenuare le rughe e attenuare gli effetti del sole donando alla pelle tonicità e idratazione. Per “riparare” i danni che il sole andrà a fare e preparare al meglio la pelle all’abbronzatura, bastano 2-3 sedute di biostimolazione a distanza di 15 giorni fermo restando che il medico personalizzerà il tipo di intervento in base all’età e al tipo di pelle della paziente.

Fondamentale sarà, dopo l’estate, sottoporsi a trattamenti di reidratazione profonda che restituiscono alla pelle l’acqua di cui ha bisogno per mantenersi elastica.

Integrazione ad hoc Per una pelle dorata, senza macchie e uniformemente abbronzata, può essere utile anche l’uso di alcuni integratori per bocca. «Quelli più indicati per la protezione dai raggi solari sono il betacarotene, il licopene e le vitamine A ed E.

Sono tutti foto protettivi e antiossidanti e possono rinforzare la pelle agendo dall’interno dell’organismo» consiglia il medico. In particolare, il licopene è un antiossidante famoso per prevenire la formazione dei radicali liberi, mentre il betacarotene stimola la produzione di melanina mantenendo giovane la pelle.

Le vitamine A ed E, invece, mantengono la pelle elastica e combattono i radicali liberi, principali responsabili dell'invecchiamento della pelle. Molto preziosa anche la vitamina PP che previene le scottature e aiuta a rigenerare i tessuti.

 

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.