Endocrinologia

E’ noto come negli ultimi anni, un numero crescente di fattori chimici, ambientali ed alimentari, abbiano influito con i complessi meccanismi ormonali dell’uomo, causando spesso effetti negativi sul sistema endocrino ed un costante aumento delle malattie della tiroide, soprattutto per i soggetti di sesso femminile.

 

Questo organo, seppur piccolissimo, svolge una fondamentale azione di “controllo” su svariati altri organi; in particolari fasi della vita, quali gravidanza e menopausa si può “affaticare” e, di conseguenza, non lavorare in piena efficienza.

La Tiroide ha un ruolo importantissimo nel controllare il metabolismo corporeo: attraverso i suoi ormoni infatti, indica all’organismo quanto veloce deve lavorare e come usare l’energia; gli ormoni tiroidei inoltre, influenzano la crescita, regolano i battiti del cuore, il livello di colesterolo, il peso corporeo, la forza muscolare, le condizioni della pelle, lo stato mentale e tante altre funzioni.

 

Di tutto ciò di solito il paziente non è consapevole, se non quando diventano evidenti i sintomi cosiddetti “locali” (rilevabili attraverso un esame ecografico che diagnostica il cambiamento morfologico della tiroide o la presenza di noduli) o generali (riscontrabili attraverso esami del sangue). Risulta, dunque, evidente quanto sia importante la diagnosi precoce e, anzi, la prevenzione, per evitare il progressivo peggioramento della situazione che può determinare anche un malfunzionamento di tutto l’organismo.

 

Responsabile Dott. Maurizio Nordio